Cresce l’e-commerce del vino italiano

Intervista all’esperto di e-commerce Alessandro Olivieri   Vino ed e-commerce. Il vino rappresenta oggi in Italia una percentuale sotto l’1% nel panorama dell’e-commerce, dove il food è all’1,5% e il vino è meno della metà. Se pensiamo a Paesi come il Regno Unito invece la percentuale sale al 7%, mentre in Cina al 30%. Cosa blocca dunque lo sviluppo di questo nuovo canale di...

Continua

Canada, tra monopolio e amore
per il vino italiano

Intervista a Elizabeth Palmer, giornalista esperta del mercato vinicolo canadese Il Canada, un Paese con tanti mercati diversi, ma con un denominatore comune: la passione per il vino italiano. I tanti monopoli presenti nel Paese non fermano le vendite del vino italiano che raggiunge i primi posti tra i vini maggiormente acquistati. Il motivo principale è che i nostri vini rispecchiano le...

Continua

Il futuro del vino? La maturità aromatica.

Grado zuccherino e acidità sono il passato, la maturità aromatica è il futuro del vino Oggi pochi parametri, principalmente gradi zuccherino, acidità e fenoli, contribuiscono a stabilire la data della vendemmia. In futuro, anche in virtù dell’evoluzione del consumatore internazionale, si dovranno prendere in considerazione i composti chiave dell’aroma dei singoli vitigni...

Continua

Il logo “illuminista” del Consorzio di Tutela Vini Colli di Parma

      Quando, nel lontano ’82, scelsi e proposi il logo con il volto del Sileno del Boudard al Consorzio di tutela dei Vini dei Colli di Parma, commisi un grossolano errore: mi limitai infatti a presentare il bozzetto, trascurando il dettaglio sul motivo della scelta. Il bozzetto fu approvato e divenne il simbolo dei vini Colli di Parma, ma ora, a distanza di tanto...

Continua
-->